Progetto Orti in Toscana
giovedý 28 aprile 2016

“Centomila orti in Toscana” Partita la fase sperimentale del progetto
L’iniziativa “Centomila orti in Toscana” arricchisce ancora di più il pacchetto di opportunità per i giovani nella sfera dell’agricoltura e in particolare si inserisce in Giovanisì+, l’area del progetto dedicata a temi come partecipazione, cultura, sociale e sport.

La fase sperimentale nei 6 Comuni pilota (Firenze, Bagno a Ripoli, Siena, Livorno, Grosseto, Lucca)
Il Comune  una volta individuate le aree all’interno delle quali realizzare il “complesso di orti”, presenta il progetto che intende attuare alla Regione Toscana entro il 31 maggio 2016 e, nel caso in cui la domanda venga accolta, realizza il progetto.
Il Comune, qualora intenda gestire il complesso di orti tramite un soggetto terzo, approva e pubblica, anche sulla Banca della Terra, un avviso per la selezione del soggetto gestore del “complesso di orti urbani”.
Il soggetto gestore individuato seleziona, tramite avviso pubblico, gli ortisti ai quali concedere i singoli appezzamenti.
I giovani under 40 hanno un ruolo fondamentale all’interno del progetto “Centomila orti in Toscana”. Infatti i Comuni, nella selezione del soggetto gestore degli orti (tra quelli previsti dall’ art. 2.3 Allegato 1 Linee Guida), daranno una priorità o una premialità ai soggetti che presentano una elevata componente giovanile (età inferiore a 40 anni) fra i soci, oppure fra gli amministratori o fra i componenti del consiglio direttivo.

I giovani saranno sia “animatori” e “gestori” delle strutture che assegnatari dei singoli appezzamenti.
Info:  Ente Terre Regionali, Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo / numero verde 800 098719